Blog

Greenery , il colore Pantone 2017

Greenery , il colore Pantone 2017Ci siamo liberati dei colori bomboniera del 2016: quest’anno il colore scelto da Pantone è Greenery  (codice PANTONE 15-0343). Il verde rientra nella classificazione dei colori freddi, ma l’evidente nota gialla presente in questa particolare tonalità lo rende energico e frizzante. Rievoca nella mente il risveglio della primavera e ha una grande carica vitale.

Questo colore si adatta perfettamente alle abitazioni e non è eccessivo neanche utilizzarlo sulle pareti. Ha un effetto calmante sul sistema nervoso, quindi scegliendolo per l’arredo si ottiene un ambiente rilassante e si dice che aiuti la concentrazione, qualità che lo rende adatto anche a uno studio o a una camera da letto. Si dice inoltre che aiuti a contrastare l’emicrania e stimoli le attività creative. È uno dei sette colori dell’arcobaleno e la mente lo associa immediatamente alla natura, ai prati e alle piante. Si abbina a tutti i colori neutri e a ogni tipo di materiale.

Qualche curiosità sul colore verde: la fascia di lunghezza delle radiazioni che l’occhio umano percepisce come verde si misura in 5120 Å (angstrom), una media tra 490 e 570 nanometri. Nella pratica artistica si ottiene miscelando il giallo con il blu ed è quindi un colore secondario.  Il suo nome deriva dal latino “virĭdis” che significa vigoroso, giovane, vivace. Sul verde prevale una simbologia positiva: la speranza, il denaro e la fortuna. Tuttavia in alcuni casi viene associato a elementi negativi: la rabbia come stato d’animo e il veleno nelle rappresentazioni più simboliche (basta pensare alla nuvoletta verde dei fumetti destinati ai bambini).

Voi cosa ne pensate? Ci aspettano 12 mesi di Greenery, sicuramente lo troveremo nelle nostre vite molto più di prima. Tanto vale iniziare a familiarizzarci un po’.

Anno nuovo, nuovi progetti

Galleria Vittorio Emanuele II

Bentrovati nel 2017! Come avete trascorso le feste? Come molti di voi anche noi aspettavamo con ansia che iniziasse questo nuovo anno e abbiamo così tanti progetti in cantiere che una piccola pausa è stata necessaria, ma il nostro e-commerce è nuovamente operativo a partire da oggi e noi siamo pronti a ripartire. Con qualche novità…

Finalmente vanno in stampa i primi occhiali interamente progettati e realizzati da Innovitalica, vi avevamo anticipato qualcosa in questa intervista, ma ancora non possiamo svelarvi niente di più! Fate crescere la vostra curiosità, noi non vediamo l’ora di poterla soddisfare.

Voi come avete iniziato l’anno? Spesso si ricomincia con una lista dei buoni propositi, ma non serve a niente stilare un elenco se poi non lo si rispetta, quindi vi incoraggiamo ad agire per far diventare realtà ogni idea. Se poi si tratta di un progetto di design, ancora di più: conoscete il nostro servizio di consulenza? Il nostro team è composto da esperti con esperienza pluridecennale nella progettazione e nel commercio, le nostre consulenze quindi non si limitano a un semplice campo, ma abbiamo la possibilità di dar vita ad un progetto e di assisterlo nei primi passi e nella crescita eventualmente fino alla vendita. Se avete un’idea proponetecela: se rientrerà nella nostra filosofia, allora condivideremo sicuramente un’esperienza professionale. Buon lavoro.

Auguri da Innovitalica

Tanti auguri dal Team Innovitalica, che crede si possa essere migliori ogni giorno e non solo a Natale! Questo è l’augurio che rivolgiamo a noi e a voi: continuare a crescere, progredire e fare nuove scoperte perché è così che si diventa persone (e aziende) più grandi.

Questa volta ci prendiamo una pausa e il nostro e-commerce rimarrà chiuso fino al 2 gennaio 2017, ma non vediamo l’ora di ritrovarci insieme il prossimo anno.

Vi ricordiamo che Milano, la nostra città, non si ferma neanche durante le feste, quindi vi proponiamo qualche attività…

Ghiaccio

Se amate la modernità approfittatene per concedervi una pattinata sul ghiaccio in mezzo ai grattacieli, nella piccola pista installata per le feste in piazza Gae Aulenti (aperta tutti i giorni dalle 12 alle 24 fino al 12 febbraio 2017).

Per chi preferisce associare le feste alla tradizione è stato allestito il Presepe monumentale nel cortile d’onore di Palazzo Marino. Può essere visitato gratuitamente fino all’8 gennaio 2017, con ingresso da via Marino.

Agli amanti dell’arte consigliamo invece di recarsi alla Sala Alessi di Palazzo Marino dove fino all’8 gennaio verrà esposta la pala centrale del Polittico della Misericordia di Piero della Francesca, proveniente dal Museo Civico di Sansepolcro.

Per i dettagli di tutti gli eventi vi rimandiamo al sito del Comune di Milano.

A presto e buone feste!

Idee regalo di design per Natale

Albero di Natale a Milano

Il Natale è il momento migliore per regalare un oggetto di design. La prima ragione consiste nel fatto che spesso consideriamo questo tipo di beni un lusso più che una necessità, quindi riceverli in regalo ci permette di soddisfare un desiderio senza nessun senso di colpa. Il secondo motivo è che in questo modo non si rischia di cadere nei soliti regali ripetitivi e quindi ci permette di distinguerci nella massa di pensieri più o meno scontati e banali che finiscono sotto l’albero.

Sia sui periodici cartacei sia nel web, in questo periodo impazzano le pubblicazioni dedicate ai regali di design per soddisfare ogni gusto ed esigenza. Potevano mancare i nostri suggerimenti?

Sul nostro sito nella sezione catalogo potete trovare tre temi diversi: “accessori”, “arredamento” e “sport”. Con accessori identifichiamo i gadget più vari e fruibili come regalo, passando dal Portacamicia (che è l’idea perfetta per l’amico in carriera costretto a viaggiare molto per lavoro) fino agli occhiali da sole con la montatura in polimero ibridato legno (ideali per l’amico alternativo). Alla voce arredamento si trovano i complementi più ricercati con prezzi adatti a tutte le tasche, infatti si parte da 50 euro fino ad arrivare a 800 euro a seconda dell’oggetto. Infine le nostre famose calzature per cavallo sono contenute nella cartella sport.

Vi ricordiamo che il nostro e-commerce chiuderà dal 23 dicembre al 2 gennaio 2017 e i tempi di realizzazione e trasporto di ogni oggetto richiedono fino a due settimane, quindi contattateci subito e valuteremo insieme le vostre necessità. Buono shopping da Innovitalica!

Centrotavola con le luci: Flight Moonlight diventa protagonista delle feste

centrotavola di Natale

Questa settimana vogliamo offrirvi alcuni suggerimenti per rendere il nostro Flight Moonlight un vero protagonista delle feste. Per l’occasione la blogger creativa Silvia Pusceddu ha realizzato un piccolo allestimento con il nostro centrotavola più famoso e alcune decorazioni natalizie. Lasciamo a lei la parola.

Per questo centrotavola, oltre al nostro Flight Moonlight occorrono una catena di luci led a batteria e alcune classiche decorazioni di Natale. Possono essere utilizzate delle palline per l’albero, magari quelle vintage che non utilizziamo più, dei classici festoni oppure pigne e rami d’abete… ma in questo ultimo caso vi consiglio di utilizzare quelli sintetici, altrimenti gli aghi seccando si infileranno nella struttura del nostro centrotavola e sarà noioso pulirlo!
Inserire le batterie nella catena di luci e posizionare il comando al centro di Flight Moonlight, poi coprirlo con alcune decorazioni. A questo punto far passare un primo giro di luci, aggiungere altre decorazioni e continuare in questo modo fino a riempire il fondo. Se si vuole un’estremità della catena potrà essere fatta uscire dal perimetro del centrotavola.

Variante centrotavola di Natale

Vi ricordiamo che la lavorazione dei nostri articoli viene effettuata a mano e richiede circa 3 ore per ogni pezzo, quindi possiamo parlare di artigianato moderno a tutti gli effetti. I tempi di realizzazione e spedizione richiedono in totale due settimane di tempo, quindi se volete che un nostro centrotavola diventi il protagonista delle vostre feste oppure se desiderate regalare un oggetto unico firmato Innovitalica dovete correre sul nostro shop oppure scriverci. Vi aspettiamo!

dettaglio centrotavola di Natale

L’albero di Natale in Piazza Duomo

Allestimento dell’albero in piazza del Duomo a Milano

Ci sono tradizioni alle quali Milano non può rinunciare, come l’albero di Natale allestito in Piazza del Duomo. In una cornice di luci e colori, si aspetta con trepidazione il giorno dell’allestimento e ogni anno è una sfida per avere qualcosa di maestoso, moderno e d’effetto, come tutto ciò che ruota intorno al nostro capoluogo.

Quest’anno il brand che si è fatto carico di finanziare la decorazione dell’albero e delle zone limitrofe è il marchio di gioielli Pandora. È stato scelto un maestoso abete rosso alto 28 metri che verrà illuminato con 54mila led, una catena di luci lunga ben 6 chilometri. Questo albero è stato battezzato JOY e il tema che condurrà l’intera iniziativa è #LaGioiaDelDonare, infatti a essa è legata anche un’iniziativa di beneficenza. L’evento inaugurale si svolgerà mercoledì 7 dicembre dalle ore 16:30 e prevede un concerto di Bianca Atzei che insieme ai bambini del Piccolo coro dell’Antoniano intonerà i più celebri canti di Natale e una inaspettata performance danzante che farà sfoggio di luci. Il tutto si concluderà con il tanto atteso momento dell’accensione dell’albero. Da quel momento in poi verrà illuminato ogni giorno da mezzogiorno a mezzanotte fino al 6 gennaio 2017 e in attesa del capodanno dal 24 al 31 dicembre anche tutte le notti.

Per non rendere questa installazione decorativa un vano spreco, si è pensato anche al suo utilizzo successivo alle feste: il legno dell’albero verrà destinato al laboratorio di falegnameria della Sacra Famiglia di Cesano Boscone (MI) che lo utilizzerà per realizzare diversi arredi destinati alle scuole della città. Ci vediamo in centro!

Fornasetti a Teatro con il Don Giovanni di Mozart

Don Giovanni Fornasetti

Seguendoci su Pinterest vi sarete accorti del nostro interesse per le opere di design firmate Fornasetti. Artista milanese del secolo scorso, è conosciuto in particolare per le sue grafiche (le variazioni di Lina guidano ancora adesso il lavoro dell’Atelier) e le opere di design, ma ha attraversato ogni forma d’arte. Come recita Wikipedia, è stato: “pittore, scultore, decoratore d’interni, stampatore di libri d’arte, designer e creatore di oltre undicimila oggetti, di scenografie e di costumi, organizzatore d’esposizioni e iniziative a livello internazionale italiano”. Negli anni 40 la collaborazione con Gio Ponti lo consacra in modo definitivo e la sua arte continua a vivere ancora oggi grazie al lavoro del figlio Barnaba Fornasetti che condivide lo stesso spirito creativo e l’animo sovversivo del padre. Al Victoria and Albert museum di Londra in una mostra postuma Piero Fornasetti venne presentato come “designer di sogni”, definizione perfetta per il suo immaginario surreale.

Ancora oggi la sua creatività trova nuove strade e tra pochi giorni a teatro verrà presentata una nuova rappresentazione del Don Giovanni di Mozart le cui scenografie sono firmate Fornasetti. Per questa opera Barnaba Fornasetti ha attinto dall’iconografia classica della loro produzione e l’ha reinterpretata in chiave moderna. Tuttavia non è solo questo a rendere speciale questa rappresentazione, infatti hanno deciso di riportare in scena la prima versione, prendendo quello chiamato manoscritto praghese (messa in scena per la prima volta 229 anni fa, nel 1787). Inoltre l’orchestra rispecchierà l’autentica formazione mozartiana, sia per la disposizione degli elementi sia per la scelta di utilizzare strumenti originali d’epoca. A questo si affiancheranno i costumi dello stilista Romeo Gigli. Un’opera insolita, che potrete trovare al teatro dell’Arte della Triennale di Milano nei giorni 1 e 3 dicembre 2016 e a gennaio 2017 a Firenze.

Teatro Gerolamo, torna a vivere un pezzo di Milano

Teatro Gerolamo Milano

Mercoledì 9 novembre ha riaperto a Milano il delizioso Teatro Gerolamo, in occasione di un evento speciale su invito: un concerto barocco dell’Orchestra Verdi. Si tratta di una notizia di grande rilevanza per la città in quanto questo luogo è rimasto chiuso per ben 33 anni.

La sua vicenda ha inizio nel 1868: in un primo momento prese il nome di Teatro Fiando, dalla compagnia che vi portò le sue rappresentazioni. Qui dal 1911 trovarono spazio gli spettacoli della compagnia marionettistica Colla e proprio le marionette ancora compaiono nel logo di questo insolito teatro in miniatura che porta con sé un pezzo di storia quasi dimenticata. Nel 1956 gli venne riconosciuto il titolo di Monumento Nazionale, ma dopo periodi alterni di inattività e riapertura al pubblico, nel 1983 venne chiuso definitivamente in attesa di una necessaria ristrutturazione.

I lavori di recupero sono stati portati a termine dai proprietari in questi anni e finalmente si parla di una nuova vita per questo angolo ritrovato, dove si alterneranno spettacoli di diverso genere che spazieranno dal varietà ai concerti di musica classica, dai monologhi alla danza fino agli storici burattini che hanno caratterizzato la sua esistenza.

È collocato in Piazza Beccaria, nel centro della città, ed è conosciuto anche come “Piccola Scala” in quanto i costruttori si ispirarono proprio al più noto teatro milanese nel conferire la forma a ferro di cavallo, arricchita con loggione e gallerie. Pare inoltre che per la costruzione siano stati utilizzati alcuni materiali di scarto della Galleria Vittorio Emanuele II. All’esterno la facciata cela molto bene la meraviglia che custodisce, come da tradizione milanese (che nasconde agli occhi dei passanti più frettolosi i lussuosi cortili e altre meraviglie).

Ancora non è stato comunicato quando questo luogo tornerà operativo e aperto al pubblico, ma si aspetta da un momento all’altro che arrivi la programmazione per la nuova stagione. Ovviamente appena verrà reso noto saremo qui per comunicarvelo!

Milano Bookcity, un’invasione di libri in città

BookCity Milano

Dal 17 al 20 novembre a Milano si svolge Bookcity, l’evento dedicato al libro e alla lettura dislocato in diversi spazi della città metropolitana. La manifestazione prevede 1.014 eventi tra cui incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari sulle nuove pratiche di lettura, tutto questo a partire da libri antichi, nuovi e nuovissimi, dalle raccolte di biblioteche storiche pubbliche e private. Si tratterà di pratiche di lettura come evento individuale, ma anche collettivo. Una promozione della lettura e della scrittura in tutti i suoi ambiti che desidera coinvolgere ogni fascia di età.

Questa quinta edizione di BookCity verrà inaugurata giovedì 17 novembre al Teatro dal Verme dalla scrittrice turca Elif Shafak, ospite d’onore, che riceverà il Sigillo della Città dalle mani del Sindaco di Milano Giuseppe Sala. Tra gli altri appuntamenti spiccano la maratona di lettura della durata di una notte sul tema de Le Città invisibili di Calvino curata da Daniele Abbado, l’intervista a Luis Sepúlveda nella cornice delle Gallerie d’Italia di Piazza della Scala, il reading al Teatro Litta con Alessandro Baricco e l’incontro in ricordo di Dario Fo, L’universo impossibile: l’origine della specie umana e Darwin secondo Fo. Saranno moltissimi gli appuntamenti dedicati alle scuole e alle università. Non mancano neanche gli eventi più insoliti tra i quali troviamo la Tombolata letteraria e le Passeggiate al Cimitero Monumentale per rendere omaggio a defunti eccellenti dell’universo letterario .

Per questa settimana Milano non sarà solo città di moda e design, ma si trasformerà in un polo culturale dal quale partire alla scoperta della nostra identità e del mondo.

Bizzarrie di design

La scorsa settimana abbiamo immaginato una wunderkammer moderna che raccogliesse le bizzarrie più grottesche del mondo del design e così ci siamo divertiti a fare una ricerca sul web. Vi mostriamo alcune delle cose più insolite che abbiamo scovato.

Oggetti a forma di mostro: abbiamo appena festeggiato Halloween quindi per primo affrontiamo il tema mostro, che nonostante tutto non è il più spaventoso! Abbiamo trovato il mostro mangia giocattoli di Yanko Design e il dolcissimo Nessie di Ototo design declinato in diversi oggetti da cucina come mestolo, colino e infusore. Per chi desidera qualcosa di più ricercato c’è la linea Monster del marchio Fendi che propone abbigliamento e accessori con espressioni truci e materiali pregiati.

Mostro Collage

Toy Guardian di Yanko Design, linea monster di Fendi, Nessie di Ototo Design

Oggetti a forma di bocca: il passo che conduce dal famoso sofà Mae West red lips di Dalì a un accessorio imbarazzante è molto breve! Dalla clutch della fashion designer inglese Lulu Guinness (molto apprezzata dall’attrice Helena Bonham Carter) al telefono a forma di labbra (sia cordless sia con cavo a seconda del produttore), dallo specchio incorniciato da una bocca rossa fino agli occhiali da sole con montatura al bacio. Ma quello che più stupisce sono gli orinatoi a forma di bocca (con denti) di Bathroom Mania, che si sono trovati al centro di diverse polemiche in tutto il mondo ma contano anche numerosi sostenitori.

Bocca Collage

telefono a forma di bocca, sofà Mae West red lips di Dalì, orinatoio di Bathroom Mania, clutch con borchie

Oggetti a forma di omino: questa categoria ci riporta quasi alla normalità! In commercio si trovano infusori, orologi, fermaporta e altri piccoli gadget divertenti. Il brand Alessi con le sue svariate interpretazioni si è fatto conoscere nel mondo proprio con questa sagoma. Il ceppo porta coltelli Voodoo a forma di omino ha osato di più.

Omino Collage

ceppo Voodoo, infusore, fermaporta in legno, cavatappi Alessandro M. di Alessi

Ci siamo imbattuti in oggetti ancora più inusuali e kitsch come divani a forma di borsetta fucsia e orinatoi musicali, ma ci sono sembrati eccessivi anche per questa rubrica: in alcuni casi si tratta di veri propri orrori, a voi il giudizio. Non tutti sono Dalì!