Blog

StraNavigli, divertirsi in città come al mare

Per il prossimo fine settimana nella città di Milano sono in programma tre giorni dedicati agli sport acquatici nella tanto amata cornice della Darsena e del Naviglio Grande. Il  festival si chiama Stranavigli, questa del 2017 è l’ottava edizione e si pone come obiettivo quello di promuovere delle attività insolite attraverso una kermesse sportiva a carattere non competitivo, offrendo al pubblico un’alternativa per trascorrere in spensieratezza una giornata d’inizio estate vivendo la città come se fosse il mare. L’evento non vuole coinvolgere solo gli atleti e i professionisti, ma anche le famiglie infatti comprenderà attività per bambini e per adulti, che si alterneranno a momenti di spettacolo e intrattenimento. Tra questi ci saranno prove e corsi (alcuni a pagamento), esibizioni di Flyboard (una tavola che sfrutta la potenza di una motopompa per consentire acrobazie spettacolari), mostre e dimostrazioni.

La SUP Challenge 2017 oltre a far conoscere questo sport  (SUP è l’acronimo di Stand-Up Paddle) diventerà la tappa di inizio di una competizione nazionale. La Sup Race di 9Km si svolgerà sabato 10 giugno, con partenza alle ore 18 per poter dare agli atleti del SUP il massimo di spettatori lungo le sponde della Darsena e del Naviglio Grande.

Molti saranno i momenti dedicati alla “cultura surf”, infatti sono numerosi i surfisti che abitano in questa città nonostante la sua collocazione geografica. Domenica 11 giugno sarà caratterizzata da un momento dedicato alla premiazione di Francisco Porcella, lo sportivo italiano che eccelle nella disciplina del surf e per questo verrà insignito della Italian Surf Award.

Nel pomeriggio invece ci sarà la più ironica gara di materassini Fantasy Race, dove gli iscritti (con un’età compresa tra i 18 e i 60 anni) si sfideranno provando l’ebbrezza di fare un bagno nelle acque del naviglio.

Non più solo l’Idroscalo come “mare dei milanesi” quindi, ma sempre più attività che ruotano intorno alla nuova Darsena e ai suoi Navigli per divertirsi in città come al mare. Per maggiori informazioni sulle attività in programma potete consultare il sito dei Navigli Lombardi nella pagina dedicata a questo evento.

È italiana la scoperta del bruco che digerisce il polietilene

Se ne sta parlando molto in questi giorni, perché la biologa che ha fatto questa importante scoperta oltre ad essere italiana è attualmente senza impiego: la larva della “Galleria mellonella”, chiamata anche “tarma maggiore della cera”, si è rivelata capace di nutrirsi di polietilene. Questo materiale plastico è quello di uso più comune ed è attualmente uno dei più pericolosi fattori di inquinamento ambientale. L’effetto disgregante di questo baco sulla plastica non è solo il risultato meccanico della masticazione, si è scoperto invece che è in grado di rompere il polietilene per trasformarlo in glicole etilenico. Per il momento la biologa molecolare Federica Bertocchini ha studiato questo processo insieme al biochimico Paolo Bombelli e ritiene che possa essere una evoluzione del naturale metabolismo di questo bruco abituato a cibarsi della cera dei favi, la quale presenta una struttura molecolare simile. La quantità di polietilene che riescono a smaltire è molto più alta rispetto a quella che può essere elaborata da qualsiasi enzima conosciuto, bisognerà quindi comprendere a fondo in quale modo operi l’apparato digerente di questo utile animaletto: la reazione potrebbe essere di tipo batterico o enzimatico. In futuro potrebbero essere sviluppati dei centri di lavorazione dei rifiuti plastici a partire dal principio di questi bruchi, ma la sperimentazione dovrà essere ancora molto lunga. Per il momento possiamo solo augurarci che qualche privato finanzi la ricerca in questo affascinante settore.

Un weekend di sport insoliti a Milano, tra Obstacle Race e Bubble Football

Vi parliamo spesso di eventi e fiere, alternati ad attività più “modaiole”… cercando sempre di rimanere in ambito culturale. Invece questa volta vogliamo parlarvi esclusivamente di svago e divertimento! Cosa c’è in programma a Milano il prossimo fine settimana? Due attività semi-sportive e decisamente insolite: sabato 27 maggio Urban Obstacle Race e domenica 28 maggio Bubble Football e Bubble Rugby. Vediamole più nel dettaglio…

27/05/2017 “Virgin Active Urban Obstacle Race” c/o Experience Rho (MI)

Le Obstacle Races e le Mud Run sono competizioni a ostacoli che uniscono diverse discipline. Queste gare possono avere diversi livelli di difficoltà fino ad arrivare a vere e proprie dimostrazioni di resistenza e talento agonistico. In questo caso il percorso è lungo 7 chilometri intervallato da diversi ostacoli artificiali e naturali e si snoda all’interno dell’ex area Expo, nuovamente aperto grazie al progetto Experience di cui avevamo parlato anche l’anno scorso sul blog. Un’attività da duri, chi pensa di essere all’altezza?

28/05/2017 “Bubble Football” e “Bubble Rugby” in occasione di Pixel Picnic, Parco Sempione – Milano

Il Bubble Football e il Bubble Rugby sono due sport dallo spirito giocoso, che obbligano i partecipanti a indossare una voluminosa palla gonfiabile che lascia libere solo le gambe e affrontare la sfida con questo impedimento. Se non volete prendervi troppo sul serio è quello che fa per voi. Sarà possibile cimentarsi con questa attività domenica in occasione del gigantesco picnic organizzato dall’associazione NON Riservato che raccoglierà migliaia di partecipanti attorno a una tovaglia lunga un chilometro collocata all’interno di Parco Sempione

Siete pronti? Anche questo fine settimana a Milano sarà impossibile annoiarsi, se parteciperete ricordatevi di mostrarci le vostre foto!

Los Pollos Hermanos rompe i confini tra fiction e realtà

Questa notizia ormai ha raggiunto anche le persone che non seguono le serie TV e poiché si tratta di un caso estremamente particolare è normale che il suo interesse abbia superato la cerchia dei fans. Di cosa stiamo parlando? Del temporary fast food “Los Pollos Hermanos”, ispirato a quello di fantasia intorno al quale ruota la famosissima serie TV Breaking Bad, che è stato aperto a Milano e Roma per soli due giorni, il 12 e 13 maggio 2017.

L’idea è stata semplice ed efficace: lanciare la terza stagione della serie televisiva Better Call Saul, lo spin off del più celebre Breaking Bad, attraverso la location tanto amata dagli spettatori. Così le due città italiane sono state invase da pubblicità ironiche e grandi manifesti ricchi di doppi sensi in linea con la storia.

Lo scorso weekend abbiamo potuto osservare di persona le lunghe code di persone che a Milano hanno deciso di mangiare tra queste pareti così significative, ma anche solo visitare l’interno del locale senza ordinare niente dal menu in alcune fasce orarie specifiche. Da quello che abbiamo potuto vedere sul web, l’iniziativa ha riscosso altrettanto successo anche a Roma. Inoltre è stato attivato un servizio telefonico, dove la voce registrata che forniva informazioni sul servizio di ristorazione era quella del protagonista della serie.

Insegna Los Pollos Hermanos a Milano

Terminata la promozione, i due ristoranti hanno dismesso l’insegna fittizia per riappropriarsi di quelle relative ad altre catene, dove ha ripreso il normale servizio. Per i fans rimangono le fotografie, gli adesivi e il menu dedicato al ristorante che ha animato le loro serate, anche se attraverso uno schermo.

Il riciclo creativo nell’arte di Thomas Dambo

Torniamo nei paesi nordici per parlarvi delle opere di un artista contemporaneo danese che ci ha molto colpito. Thomas Dambo dopo aver conseguito un master in design ha deciso di lavorare partendo da materiali di recupero come il legno di vecchi bancali, ma anche raccogliendo diversi rifiuti dall’ambiente: il suo obiettivo è ispirare la gente a divertirsi e pensare ai rifiuti come risorsa. Tra i suoi lavori si possono trovare elementi di arredo e interior design, ma anche grandi progetti d’arte che si fondono con l’ambiente circostante. Per queste opere maestose si avvale dell’aiuto di un team di persone del luogo che cerca di coinvolgere attivamente nei progetti. In questo caso lo scopo è rendere partecipi gli abitanti del luogo affinché sentano di aver dato il loro contributo per qualcosa di collettivo. Inoltre spera di ispirare gli altri a giocare con gli ostacoli del mondo, vederne le potenzialità e divertirsi insieme.

Tra le sue opere più famose spiccano i “forgotten giants”, sei gigantesche sculture in legno che raffigurano appunto dei giganti nascosti nei boschi nella zona occidentale di Copenaghen. Per trovarli ha inventato due metodi di ricerca: sul suo sito ha messo a disposizione delle mappe, che rendono possibile la loro localizzazione, ma ha anche apposto delle targhe su ognuno di essi dove sono incise le istruzioni per trovare la scultura successiva. Una caccia al tesoro moderna che conduce attraverso luoghi naturali spesso ignorati dagli stessi abitanti del posto.

Per scoprire qualcosa in più sul suo lavoro vi consigliamo di andare a curiosare nel sito oppure cercarlo nei canali social Facebook e Instagram.

Dal 4 all’11 maggio Milano si trasforma in Food City

Quella in cui viviamo è una città poliedrica, mutevole e in costante fermento. Gli ambiti in cui la riconosciamo più frequentemente sono quelli di moda e design, ma ovviamente la sua personalità non si ferma qui. Qual è il suo legame con il cibo? In modo ironico si accosta il capoluogo lombardo ai sushi bar e alla cucina fusion, eppure sul nostro territorio si alternano diverse realtà culinarie di valore e l’amore per la cucina nazionale prevale. Passando da Eataly, che a Milano oggi occupa lo spazio del Teatro Smeraldo, alle terrazze della “milanodabere” dove si accompagnano vini e cocktail con ricercati fingerfood, nei confini di Milano convivono gli chef stellati e le osterie storiche in cui regnano ossobuco e risotto.

In scia al tema di EXPO 2015 mercoledì 3 maggio ci sarà l’inaugurazione di Milano Food City, il festival che con più di 300 eventi mostrerà il lato gustoso e sano della città. All’interno di questo macro progetto si svilupperanno la fiera TuttoFood, il salone internazionale dell’agro-industria che si terrà a Fiera Milano dall’8 all’11 maggio e ospiterà al suo interno Seeds&Chips (che in occasione del Global Food Innovation Summit vedrà la partecipazione, il 9 maggio, dell’ex presidente degli Stati Uniti Barack Obama) e l’iniziativa satellite Week & Food che animerà Milano dal 4 all’11 maggio con eventi dedicati al food & beverage di qualità non più solo per gli operatori di settore ma allargati a un pubblico di appassionati, cittadini e turisti. Avranno luogo incontri che spazieranno dagli showcooking  agli aperitivi esclusivi, reading e percorsi di sensibilizzazione, educazione alimentare e riscoperta della biodiversità. Tra momenti educativi e attimi conviviali, che faranno incontrare i professionisti e gli appassionati. Per conoscere gli eventi in programma e i partner che parteciperanno a questa iniziativa vi indirizziamo al sito Weekandfood.

Città verdi

La scorsa settimana abbiamo dedicato la nostra pubblicazione ai fiori e alla primavera, ma quanto è veramente importante il verde nelle nostre vite? Quello che più ci interessa, guardando verso il futuro, è il rapporto della natura con gli ambienti urbani.

In passato sul blog vi abbiamo parlato di Piazza Gae Aulenti e del progetto Porta Nuova, che a Milano è diventata un simbolo grazie alla presenza del Bosco Verticale: si tratta di un complesso composto da due torri residenziali che accoglie sulla sua superficie oltre duemila essenze arboree, tra arbusti e alberi ad alto fusto. Questo affascinante progetto di riforestazione metropolitana è oggetto di studi in tutto il mondo e diverse città si propongono di seguire il nostro esempio. Uno degli aspetti più importanti che questo tipo di progetti si propongono è la mitigazione del microclima.

Le persone che avuto l’occasione per visitare il padiglione Austriaco durante EXPO 2015, battezzato “Breathe”, ne sarà sicuramente rimasto impressionato: l’allestimento consentiva al visitatore di passeggiare in mezzo a una vera porzione di bosco ricostruita con le piante tipiche della loro vegetazione. Questo esperimento ha dimostrato come la presenza delle piante possa abbassare notevolmente la temperatura dell’ambiente senza l’ausilio di dispositivi refrigeranti (in questo caso la temperatura percepita era di circa 5° C inferiore a quella esterna). Senza contare quanto ossigeno viene immesso nell’aria grazie al loro “lavoro”.

Un altro esempio interessante sono gli orti urbani, progetti che oltre all’obiettivo green hanno profondi significati sociali e mirano alla cooperazione dei cittadini che condividono gli spazi.

Cosa ci riserva il futuro? Ci ha colpito molto lo studio “cities alive green building envelope” che si concentra sui benefici che possono portare gli spazi verdi applicati alle facciate (giardini verticali) o sui tetti (tetti verdi) delle abitazioni. Aspettiamo con trepidazione un futuro in cui le città non saranno più collegate a un’immagine di grigiore e inquinamento ma di aria e vivibilità.

Centrotavola primaverile con Flight Moonlight

Abbiamo voluto mettere di nuovo il nostro Flight Moonlight al centro di una ricorrenza: la Pasqua è appena trascorsa, così eccolo questa volta trasformato nel centrotavola di primavera!

La tecnologia Flightflow, con il suo processo di fuoriuscita del polimero in filamenti che vengono modellati da un artigiano, dà vita a una maglia irregolare che viene valorizzata dalla luce. Se osservate da vicino la struttura potrete notare, nel gioco di trasparenze, alcune piccole fessure. Proprio in questi piccoli passaggi in mezzo alla materia abbiamo inserito alcuni fiori di campo, in maniera casuale: ogni Flight Moonlight è unico e diverso, provate a osservare il vostro da vicino!

Se questo tipo di decorazione vi sembra troppo stravagante, provate a posizionare un mazzo di fiori al centro di Flight Moonlight, con naturalezza. Sono adatti fiori di qualsiasi tipo, sia quelli a stelo lungo sia i piccoli fiori di campo.

In entrambi i casi i fiori rimarranno freschi solo per poche ore, quindi abbiate l’accortezza di riporli in un vaso con l’acqua non appena avrete sparecchiato la tavola. Il centrotavola aspetterà pazientemente la prossima festa.

Siete stati al Fuorisalone? Noi sì e ve lo raccontiamo!

Anche questa volta siamo andati al Fuorisalone, sia come curiosi spettatori sia per mostrare il fantastico Shadow Cube disegnato da Vera Mazzolini e realizzato da noi di Innovitalica, questa volta nella nuova versione in miniatura e colorata. Insieme a designer di talento siamo stati anche quest’anno ospiti di “Fuori di Design”, l’esposizione collettiva promossa e gestita da Materioteca®. Potete trovare tutti i dettagli su questo oggetto nel post dell’anno scorso, quindi non vogliamo dilungarci nel parlare solo dei nostri prodotti.  Volete sapere invece cosa abbiamo visto e cosa ci ha maggiormente colpito durante questa edizione?

L’edizione del 2017 è stata finalmente quella dedicata all’innovazione e alle scelte green proiettate verso il futuro. Ai materiali più moderni sono state affiancate piante e fiori, i designer hanno incastonato piante aromatiche nel centro dei  tavoli, gli architetti hanno progettato moduli abitativi ecointelligenti , autonomi e indipendenti. Ci ha colpito in particolare Green Smart Living, progettato da Massimiliano Mandarini. La sostenibilità non rinuncia alla modernità e l’abitazione è dotata di tutti i confort, arredata con elettrodomestici all’avanguardia e completata con richiami verdi che ristabiliscono i contatti tra chi si trova al suo interno e l’ambiente naturale. Ci ha divertito molto il piccolo orto trasportabile che può essere posto esternamente al modulo.

Voi invece cosa avete visto? Quali idee vi hanno colpito maggiormente? Aspettiamo le vostre segnalazioni!

Milano, periodo di fiere e ispirazioni

Se vi trovate a Milano, non dimenticatevi di curiosare nel fitto programma di appuntamenti, fiere ed esposizioni: ce ne sono in continuazione e sono adatte per assecondare ogni tipo di richiesta. Lo scorso fine settimana abbiamo ammirato le iniziative dei paesi del nord Europa durante la fiera Be Nordic, trovandoci a stretto contatto con materiali innovativi, rispetto per l’ambiente e un profondo attaccamento con le tradizioni nonostante ogni progetto punti lo sguardo verso il futuro. Questo weekend è stato più rilassante, trascorso sul Naviglio Grande immerso tra i fiori di primavera (sul nostro account Instagram potete trovare qualche fotografia). Adesso ci stiamo preparando alle novità che offrirà la Milano Design Week, l’appuntamento immancabile per il settore del design a Milano. Un carico di ispirazioni, materiali e lavorazioni di nuova concezione e progetti avveniristici… senza dimenticare che ci troverete anche questa volta al Fuorisalone insieme a Materioteca®. L’immagine del post dovrebbe darvi qualche indizio! Milano non si ferma mai e Innovitalica insieme a lei, se anche voi siete come noi ci troveremo in giro per la città.