Blog

Milano ama l’oriente: ecco due appuntamenti imperdibili

La passione per la cultura orientale nutrita dai milanesi è nota, a partire dalla cucina asiatica e fusion facilmente reperibile in ogni angolo della città (aspetto che ci pone spesso anche al centro di battute e gag). Nell’ultimo anno questo amore si è manifestato in particolare attraverso l’arte, infatti una delle mostre di maggior successo del 2017 è stata quella dedicata ai giapponesi Hokusai, Hiroshige e Utamaro, mentre proprio ieri si è conclusa quella dedicata a Kuniyoshi.

All’inizio di febbraio vi aspettano invece altri due appuntamenti imperdibili…

Il 1 febbraio a Milano in via San Gregorio 25 (zona Porta Venezia) inaugurerà al pubblico Oriental, il nuovissimo concept store dedicato ai sapori asiatici. In uno spazio di 85 metri quadrati si potranno trovare cibi e bevande tradizionali, ma anche utensili originali per la cucina. In particolare le persone che amano riprodurre in casa le ricette di questi paesi, troveranno qui tutto il necessario. Sarà inoltre possibile consumare sul posto alcuni piatti freschi come ravioli e noodles insieme ad altri confezionati quali le zuppe e il ramen. Ogni pietanza potrà essere condita a piacimento in modalità self-service. Il tutto in un allestimento unico nel suo genere, una fusione tra Oriente e Occidente. Non potrete più farne a meno!

Dal 2 al 4 febbraio a Fiera Milano City tornerà invece il Festival dell’Oriente: mostre fotografiche, bazar, stand commerciali, gastronomia tipica, cerimonie tradizionali, spettacoli folkloristici, medicine naturali, concerti, danze e arti marziali si alterneranno nelle numerose aree tematiche dedicate ai vari paesi in un continuo ed avvincente susseguirsi di show, incontri, seminari ed esibizioni. L’ingresso costerà 12 euro.

L’oriente vi appassiona, ma non avete la possibilità di concedervi un viaggio così impegnativo? Con i nostri suggerimenti potrete incontrare un po’ di Asia a Milano. Buon viaggio!

Il Salone della cultura a Milano

Ieri si è concluso il Salone della Cultura di Milano, evento nato dal proposito di portare il mondo del libro al grande pubblico con tutte le sue sfaccettature, permettendo sia ai lettori sia ai collezionisti di apprezzare le novità editoriali, di trovare libri esauriti o rari e scoprire in questo modo veri e propri tesori di carta. Al suo interno infatti ha trovato posto lo storico Salone Internazionale del Libro Usato. In mezzo a tanta carta stampata sono state installate anche mostre, organizzati laboratori per adulti e bambini e dimostrazioni, molte delle quali gratuite.

Così è stato possibile assistere alla nascita di un foglio di carta attraverso i gesti di Marco Brunello della Cartiera Clandestina, che produce carta riciclata con la tecnica orientale di asciugatura su telai, oppure vedere le proprie parole e immagini trasformati in piccoli libri grazie alla collaborazione con Mediagraf Spa e Xerox Spa.

Oltre ai laboratori pratici si sono susseguiti numerosi incontri e conferenze con autori ed esperti. Infine gadget e oggetti da collezione per chi ama il mondo delle parole e delle immagini.

Si è svolto presso SUPERSTUDIO PIÙ in Via Tortona 27 a Milano, 10.000 mq di superficie espositiva tra spazi coperti, giardino, terrazza e  cortili interni, con copertura wi-fi ovunque. L’anno scorso ha contato oltre 35000 visitatori, non si conoscono ancora i numeri di questa edizione.  Voi ci siete stati? Aspettiamo di conoscere la vostra esperienza!

Le eccellenze italiane: il Museo del Cinema di Torino

Nei primi anni del secolo scorso l’Italia si stava facendo conoscere nel mondo del cinema e aveva i principali centri di produzione a Roma, Torino, Milano, Napoli e in Sicilia. In particolare Torino, che in quegli anni stava diventando il maggiore polo industriale del paese, fu la protagonista principale del cinema nazionale. Per questa ragione la nascita di un Museo del Cinema in questa città è stato un gesto spontaneo e apprezzato da tutti. Fu inaugurato il 27 settembre 1958 e poi adeguato ai tempi.

Tra i più importanti al mondo per la ricchezza delle collezioni, ha sede all’interno della Mole Antonelliana. L’esposizione si sviluppa al suo interno compiendo un percorso a spirale che occupa più livelli. Si incomincia ripercorrendo i primi passi delle animazioni con le lanterne magiche fino ad arrivare al Kinetoscopio e a una simulazione delle proiezioni dei Fratelli Lumiere. Passando per il cinema muto italiano, che proprio a Torino ha conosciuto i suoi momenti più luminosi, attraversando alcune sperimentazioni, si arriva infine a parlare di effetti speciali. Non mancano i costumi più curiosi e alcuni reperti di grande fascino, come le sceneggiature originali di alcune grandi opere e i bozzetti di Federico Fellini.

Oltre a questo, l’aspetto sicuramente più affascinante è costituito dalla spettacolare vista interna della Mole, che noi abbiamo scelto come immagine per questo post. Questo edificio, situato nel centro storico di Torino, è infatti il simbolo della città.

Per gli appassionati di cinema, questo museo costituisce sicuramente un luogo di grande interesse, ma non mancherà di appassionare anche gli altri grazie a un approccio popolare.

Colore Pantone 2018: Ultra Violet

Se gli ultimi due anni ci avevano abituati a nuances tenui e quasi infantili (Greenery nel 2017 e il doppio colore Rose Quartz e Serenity nel 2016), il 2018 inizia con un deciso cambio di direzione: il colore dell’anno scelto da Pantone è Ultra Violet! Che cosa dire di questo colore così deciso e vistoso? Sicuramente non passerà inosservato! Loro lo descrivono così: “I viola enigmatici da molto tempo sono diventati il simbolo della controcultura, dell’anticonformismo e dell’estro artistico. Icone musicali come Prince, David Bowie e Jimi Hendrix hanno introdotto sfumature di Ultra Violet portandole in primo piano nella cultura pop occidentale come espressioni personali di individualità. Ricca di sfumature e piena di emozioni, la profondità del PANTONE 18-3838 Ultra Violet simboleggia la sperimentazione e l’anticonformismo, spronando gli individui a immaginare di lasciare un segno nel mondo e a spingere in là i confini tramite sbocchi creativi.”

Pantone Color Institute è il comparto di consulenza di Pantone: prevede le tendenze del colore, fornisce consigli alle aziende in merito al colore nell’identità del marchio e nello sviluppo dei prodotti, nonché sui programmi di controllo qualità del colore. Propone il “color of the year” che vuole idealmente guidare le scelte stilistiche dell’anno.

Molti settori si sono già adeguati alla loro proposta: non solo nell’ambito del design, ma anche la moda e il make up sfoggeranno con orgoglio questa tinta.

Per questa occasione Pantone ha realizzato anche una delle sue palette in edizione limitata (soli 1.500 esemplari) con un packaging dedicato.

Voi che cosa ne pensate? Siete pronti a osare?

Triennale, apertura straordinaria per Capodanno

Cosa può esserci di più bello che iniziare l’anno con un po’ di design? Potrete dire che noi di Innovitalica siamo un po’ fissati con l’argomento, ma è la dimostrazione che amiamo veramente quello che facciamo.

Il 1 gennaio 2018 la Triennale di Milano rimarrà aperta eccezionalmente dalle 14:30 alle 20:30, nonostante il lunedì costituisca solitamente giorno di chiusura. Tra le proposte si trovano anche percorsi guidati a due esposizione temporanee, nel dettaglio: alle 16.30 Visita guidata alla mostra “THERE IS A PLANET”, l’esposizione monografica a dedicata al famoso architetto Ettore Sottsass che illustra la sua poliedrica e vasta attività (che spazia tra architettura, disegno, design, fotografia, pittura, oggetti, mobili, sculture, vetri, ceramiche, attività editoriale, scritti) e alle 17:30 la visita guidata alla mostra dal titolo “SUBHUMAN INHUMAN SUPERHUMAN” dedicata Rick Owens, designer e stilista visionario.

Il costo del biglietto è 9 euro, ma sono possibili sconti e riduzioni. Inoltre è disponibile un biglietto unico per visitare tutte le mostre al prezzo di 12 euro. Se volete iniziare il 2018 con una botta di creatività può essere l’occasione giusta!

Noi ovviamente rinnoviamo i nostri auguri e vi aspettiamo su queste pagine anche il prossimo anno, con tante novità… preparatevi!

Tanti auguri a tutti voi da Innovitalica

Tanti auguri dal Team Innovitalica! Noi continuiamo a credere che si possa essere migliori sempre, non solo a Natale! Questo è l’augurio che rivolgiamo a noi e a voi: continuare a crescere, progredire e fare nuove scoperte perché è così che si diventa persone (e aziende) più grandi.

Il nostro e-commerce si prende una pausa, ma non vediamo l’ora di ritrovarci insieme il prossimo anno con moltissime novità. La burocrazia richiede lunghi tempi, ma noi siamo costantemente al lavoro per offrirvi qualcosa di veramente speciale… continuate a seguirci!

Vi ricordiamo che Milano, la nostra città, non si ferma neanche durante le feste, quindi vi proponiamo qualche attività:

Gae Aulenti On Ice” quest’anno durerà ancora più a lungo, mantenendo le piste per il pattinaggio sul ghiaccio attive fino al 25 febbraio. Anche il Christmas Village andrà avanti fino al 7 gennaio. Tutto questo in piazza Gae Aulenti, uno dei quartieri più innovativi di Milano.

L’inverno ai Bagni Misteriosi” offrirà la possibilità di pattinare su una piattaforma galleggiante posta sulla storica piscina. Fino al 28 gennaio 2018 lo spazio prende vita tra spettacoli, piccoli momenti di arte e teatro.

Fino a gennaio  continueranno inoltre le proiezioni del Cinema Bianchini a bordo di una imbarcazione sui Navigli. Compresi nel biglietto anche una tisana calda e l’uso dei plaid per non prendere freddo.

Le feste per la notte di Capodanno occuperanno tutti gli spazi disponibili della città, spostandosi dai classici locali fino a teatri e musei.

Avete trovato quello che fa per voi? Buone feste!

La Supermostra dedicata al Supermarket in Italia

Nel lontano 27 novembre del 1957 apriva a Milano, in viale Regina Giovanna, il primo supermercato italiano. Questa nuova catena con il tempo ha cambiato il nome in Esselunga, marchio noto a tutti e diffuso fino al centro Italia. Per festeggiare i 60 anni di carriera, Esselunga ripercorre la sua storia attraverso una mostra gratuita, dal 29 novembre al 6 gennaio. Collocata negli spazi espositivi del The Mall nel futuristico quartiere di Porta Nuova.

Gli organizzatori parlano di un’esposizione non tradizionale, un viaggio-spettacolo ideato per divertire pensato come regalo per i clienti, per Milano e il territorio. Protagonista non solo Esselunga, ma anche i cambiamenti di stile, di costume e di abitudini, che hanno attraversato l’Italia negli ultimi 60 anni. Un percorso in oltre 10 ambienti che, come in una macchina del tempo, permetterà al visitatore di rivivere o scoprire una parte della propria storia.

Tra curiosità e retroscena, in mezzo a oggetti e documenti inediti, a partire dagli appunti autografi di Bernardo Caprotti (fondatore di Esselunga). Tra gli elementi “spettacolari”, un esclusivo zootropio, dispositivo ottico che permetterà di vedere come si preparano le lasagne Esselunga, un’installazione di carrelli, una stanza caleidoscopica che racconta le produzioni e uno scenografico trono a forma di fragola dove potersi sedere e scattare fotografie e selfie.

Ad accogliere il visitatore, superato l’ingresso con i carrelli e le casse degli anni ’60, uno show immersivo, per rivivere l’apertura del primo negozio e l’emozione provata dai clienti dell’epoca che, per la prima volta, si trovavano davanti a un assortimento così ricco di prodotti. Lo spettacolo prosegue negli ambienti successivi e mette in scena i più importanti avvenimenti che hanno segnato l’evoluzione della grande distribuzione: l’apertura dei banchi di gastronomia, con i primi piatti pronti negli anni ’70, l’avvento rivoluzionario del codice a barre e la nascita dei magazzini automatizzati negli anni ’80.

Non manca un’area dedicata alla comunicazione: sono infatti molto famose le sue campagne, che dagli anni ’90 hanno rivoluzionato questo settore grazie anche alla collaborazione con Armando Testa. Pubblicità che permettono anche di ripercorrere la storia, infatti l’attuale campagna strizza l’occhio al mondo digitale e presenta le emoji ricostruite con frutta e verdura.

Comunque la si veda, costituisce sicuramente un tassello della storia moderna d’Italia e delle sue innovazioni.

Le luminarie di Natale a Milano

Mercoledì 6 dicembre in Piazza del Duomo a Milano ha avuto luogo la festa per l’accensione delle luci sull’albero di Natale, quest’anno realizzato da Sky Italia. Il giorno non è stato scelto in modo casuale, infatti è stata la vigilia della festa patronale milanese di Sant’Ambrogio e ha dato il via ufficiale al periodo natalizio del capoluogo. In questa occasione è stata organizzata una vera e propria festa che ha coinvolto tutti i passanti, invitati a contribuire con dei braccialetti luminosi alla cerimonia di accensione. L’abete rosso che è stato portato nel centro di Milano era già destinato all’abbattimento per ragioni dovute alla sua altezza che poteva costituire un pericolo. Questo fattore contribuisce a renderlo ancora più spettacolare: è infatti alto più di 30 metri ed è stato addobbato con 100.000 luci led e oltre 700 palline natalizie.

Come ogni anno anche questa volta Swarovski si è occupata della decorazione dell’albero collocato all’interno della Galleria. I riflessi dei cristalli regalano sempre uno spettacolo suggestivo.

Se siete appassionati di shopping dovrete sicuramente fare un giro nel famoso quadrilatero della moda. Per le festività Cartier ha infiocchettato il palazzo in cui è situata la sua boutique più prestigiosa in Via Montenapoleone.

La traversa Via del Gesù invece ribadisce la sua vena maschile con delle luminarie pensate apposta per questo target. Così ad un paio di calici si affiancano dei baffi a manubrio e una boccetta di profumo, oppure un papillon e molti altri accessori.

Immancabili i Navigli: già nel mese di Novembre su Instagram vi avevamo mostrato le luminarie poste sul Naviglio Grande, tra le preferite dai turisti e dai Milanesi per selfie d’effetto rese possibili grazie ai riflessi sull’acqua.

Anche l’animo più serio non può essere completamente immune a questa magia e non sorprendersi neanche un istante con il naso all’insù. A noi l’atmosfera delle feste piace, a voi?

9 giorni di artigianato dal mondo

Questo weekend ha aperto le porte uno degli appuntamenti più attesi dai milanesi (e non solo!): L’artigiano in Fiera. Per chi non può permettersi di viaggiare è sicuramente un modo divertente ed economico per scoprire usi e costumi degli altri paesi e magari assaggiare qualche ricetta tipica. Quest’anno infatti all’interno della fiera si trovano 59 punti di ristoro che toccano i cinque continenti per soddisfare tutti i gusti. Spesso in prossimità dei ristoranti si può anche ascoltare musica tipica oppure assistere a qualche spettacolo, oltre ai tanti eventi musicali, performance di danza e corsi di cucina in programma per l’evento.

Il tutto occupa 10 padiglioni del Nuovo Polo Fieristico di Milano, situato a Rho/Pero. L’evento è raggiungibile con la metropolitana e la ferrovia, ma vi sono anche diecimila parcheggi a pagamento per chi desidera spostarsi in automobile. Da sabato 2 dicembre fino a domenica 10, 9 giorni per scoprire il Mondo rimanendo comodamente nel nostro paese.

Una novità di questa edizione sarà lo spazio dedicato agli sposi: Bridal Show Milano. Si aggiunge così agli altri settori già collocati negli anni passati all’interno di AF come il Salone della creatività e Abitare la casa.

Se l’artigianato di tutto il mondo non vi bastasse per i vostri regali di Natale? Ovviamente noi abbiamo l’alternativa ed è vicinissima! I prodotti Innovitalica sono a due passi da voi, spesso disponibili con tante utili personalizzazioni. Non avete ancora trovato il regalo giusto? Provate a curiosare sul nostro sito e scriveteci a info@innovitalica.it. Buono shopping!

Porte aperte ATM 2017

A Milano torna la giornata Porte aperte ATM, iniziativa dell’Azienda dei trasporti municipali che permette di scoprire cosa si nasconde dietro la frenetica vita quotidiana della città. È stata organizzata in anticipo rispetto alla precedente edizione del 2016 (alla quale avevano partecipato più di ventimila persone), sarà quindi più facile prendervi parte senza dover combattere con gli impegni natalizi. Quest’anno infatti il deposito di via Messina aprirà le porte alla Città sabato 2 e domenica 3 dicembre ed è stato pianificato un week end ricco di attività: visite guidate e giochi dedicati ad adulti e bambini, per scoprire il lavoro di ATM dietro le quinte e conoscere le diverse professionalità di chi ogni giorno e ogni notte lavora per la mobilità di Milano. All’interno del percorso, per tutti i visitatori ci saranno anche esposizioni dei mezzi di trasporto e delle tecnologie dedicate al servizio pubblico, esperienze virtuali, incontri diretti con gli esperti di ATM, oltre a un’area interamente studiata per i bambini, naturalmente con giochi a tema. L’iniziativa è accompagnata dallo slogan “Milano in testa”.

L’Azienda Trasporti Milanesi  (ATM) è nata nel 1931. È una Società per Azioni di proprietà del Comune di Milano e gestisce il trasporto pubblico nel capoluogo lombardo e in 46 Comuni, servendo un territorio che interessa 2,51 milioni di abitanti. Negli anni le sue attività si sono ampliate sia nell’ambito dei trasporti sia nel settore commerciale e per il tempo libero. Oggi l’impresa progetta e gestisce servizi e sistemi tecnologicamente avanzati per la mobilità sostenibile. Oltre ai trasporti pubblici gestisce il servizio di bike sharing BikeMi (del quale vi avevamo già parlato) e 22 parcheggi di corrispondenza. Supera inoltre i confini nazionali, infatti da gennaio 2008 gestisce la metropolitana automatica di Copenaghen: 21 chilometri di linea completamente automatizzata, tra le più avanzate del mondo. Se volete approfondire questi argomenti, approfittate di questo evento gratuito organizzato per il prossimo fine settimana.